I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di utilizzo. Cookie usati per il funzionamento essenziale di questo sito sono stati impostati.

Fitto programma di appuntamenti nei tre giorni berlinesi del Fruit Logistica

Si è aperta stamattina la 23ma edizione di Fruit Logistica, che richiama a Berlino il Gotha dell’ortofrutta mondiale. Quella di  quest'anno si annuncia come un'edizione davvero speciale già ai nastri di partenza: notevole incremento di aziende espositrici, ciò significa che i visitatori, provenienti da oltre 130 nazioni, avranno la possibilità di incontrare più di 2.750 espositori da 83 paesi; e poi il networking, elemento chiave dell'evento, al quale si aggiunge una nuova funzione del  Virtual Market Place, il catalogo on line della fiera, che permette ai visitatori di fare rete non solo con gli espositori ma anche direttamente con gli altri visitatori.

Fruit Logistica è da sempre una meta di primaria importanza per gli operatori italiani, presenti in massa come espositori e visitatori. Infatti, l'Italia da molti anni è il Paese con il maggior numero di espositori, anche molti di più della Germania, e ogni anno questo numero si incrementa. Quest'anno sono 497 le aziende italiane che espongono e questo dato include ben 56 nuovi  ingressi.

Il Consorzio di tutela del Radicchio di Chioggia Igp, non è più una matricola di Berlino, e su questa Fiera fonda consistenti aspettative per l'affermazione sul panorama internazionale del nostro "Principe Rosso". C'è già un fitto programma di appuntamenti che attende i nostri confezionatori, e si prevede un notevole afflusso di visitatori alle degustazioni nelle quali il Radicchio di Chioggia Igp sarà l'elemento caratterizzante. Gli chef dello stand trarranno per questo spunto dalle ricette dei ristoranti che partecipano alla gara gastronomica lanciata dal Consorzio, portate a Berlino in una brochure che descrive anche le peculiarità del prodotto e del suo territorio d'origine. Evento clou della manifestazione è il gemellaggio col Consorzio di tutela del Pomodoro di Pachino, già  annunciato per domani alle 11,  con l'incontro con la stampa specializzata (hall 2.2 - stand C10 Regione Veneto), cui seguirà una degustazione di finger food nei quali Radicchio di Chioggia e Pomodoro di Pachino fonderanno armoniosamente i loro sapori.

Umberto Tiozzo
http://buytadalafilonline20mg.com